Grande affermazione del Comprensivo 3 al concorso sulla violenza contro le donne

 

Sabato 28 novembre 2015, presso l’Auditorium Paolo Colapietro, si è tenuta la premiazione dei ragazzi vincitori del concorso comunale contro la violenza sulle donne. Hanno partecipato tutte le scuole medie della città. Il regolamento prevedeva la vittoria di un alunno per scuola e l’attribuzione di attestati di merito ai temi e ai disegni ritenuti molto significativi seppur non vincitori.

 

Gli alunni vincitori sono stati Mohamed Aziz Selmi (Ricciotti), Francesca Romana (Pietrobono), la classe 1E dell’Aldo Moro e la classe 3C del Campo Coni.

La premiazione è iniziata alle 10 con l’intervento dell’assessore alla pubblica istruzione Ombretta Ceccarelli, che ha ringraziato tutti i presenti per essere venuti ad assistere all’evento. Subito dopo ha passato la parola al sindaco di Frosinone, Nicola Ottaviani. Durante il suo intervento, il Sindaco si è detto orgoglioso che il comune abbia indetto un concorso su un argomento come la violenza sulle donne, che rappresenta l’attualità; e ha poi sottolineato che cultura non è solo conoscenza di ciò che si apprende a scuola ma è anche conoscenza di argomenti attuali che quotidianamente si verificano in tutto il mondo.

 

Dopo l’intervento del sindaco, l’assessore Ceccarelli ha chiamato la prima vincitrice, Francesca Romana della scuola media Pietrobono, a salire sul palco. Il tema di Francesca era una commovente lettera alla nonna che purtroppo non c’è più: in essa si narra della mamma che, un giorno, nasconde una foto in lacrime; quello scatto ritraeva la nonna materna di Francesca, morta a causa delle violenze che il marito commetteva contro di lei. Nel finale, la ragazza dice alla nonna che il mondo purtroppo non è cambiato e che le donne lotteranno ancora pur di cancellare definitivamente gli stupri e tutti i tipi di offesa contro di loro.

Successivamente, sul palco è stato invitato il “nostro” Mohamed Aziz Selmi della 2 C, vincitore grazie a una bellissima poesia. Aziz, così come lo chiamano gli amici, è musulmano e vede l’argomento da un punto di vista diverso rispetto a quello dei cattolici. In questo componimento, Aziz esprime la sua opinione sulla violenza sulle donne: per lui, le donne non devono assolutamente essere simbolo di violenza subita, ma solo di profondo amore. Ha letto la sua poesia singhiozzando e al termine della lettura ha voluto ricordare che le violenze sulle donne non si verificano solo in Oriente, come qualche sciocco pensa per pregiudizio, ma anche in Occidente, per cui è un fenomeno mondiale da combattere e affrontare.

 

Quindi sono saliti sul palco i ragazzi della 1E dell’Aldo Moro, che hanno conquistato sia la vittoria, sia l’attestato di merito. Si sono aggiudicati la vittoria con una lunghissima poesia, composta da 10 ragazzi, il cui tema erano le violenze che le donne spesso sono costrette a subire per poi morire. Invece l’attestato di merito è stato vinto grazie a un disegno che affiancava il mito di Persefone ed Ade all’immagine di qualche donna violentata.

Gli ultimi premiati sono stati i ragazzi della 3C del Campo Coni, ma il loro elaborato era totalmente diverso dagli altri: i ragazzi hanno addirittura composto una canzone! Il testo era molto profondo e significativo ed è stata premiato, Ceccarelli dixit, per l’impegno e l’originalità.

Per concludere la giornata, sono saliti sul palco Sara e Ludovica Scafuri, premiate per un tema che illustra la storia della conquista da parte delle donne dei propri diritti; le classi 2A e 2B del Campo Coni, con un disegno in cui si ritraggono felici e una scritta “Siate tutte così!”; infine, Giulia Maragoni, Italo Paluzzi, Stefano D’Emilia e Daniele Scaccia, tutti autori di temi sulla giornata del 25 novembre.

Pietro Sordi

 

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...