In festa per il fiume Cosa tra escursioni e biodiversità

È per festeggiare il nostro fiume e il sodalizio che da anni si occupa della riqualificazione del corso cittadino del Cosa che giovedì gli alunni delle classi prime della Scuola Secondaria di Primo grado andranno alla Villa Comunale di Frosinone per partecipare alla manifestazione “Fiume Cosa bene comune” organizzata dall’associazione Zerotremilacento.

Un programma davvero fitto quello previsto per giovedì a partire dalle 9 del mattino. In attesa di essere accompagnati al fiume Cosa nel punto del salto conosciuto da tutti come lo Schioppo, i ragazzi presenti alla Villa Comunale guarderanno il CD di presentazione del fiume Cosa (lavoro effettuato negli anni passati e parzialmente rielaborato dagli stessi alunni delle classi prime), i lavori presentati dalle altre scuole e mostreranno le casette in  legno costruite per gli uccelli e le tavolette di riconoscimento della flora (alcune delle quali sono state posizionate lungo il fiume). Proprio nei giorni scorsi guidati dai docenti di Scienze i ragazzi hanno lavorato a diverse attività didattiche.

Una nuova casa per gli uccelli

Fornire agli uccelli selvatici un nido adatto può incoraggiarli a tornare anno dopo anno portando bellezza e canti nel paesaggio del Fiume.

Gli obiettivi didattici di questo primo progetto sono stati il conoscere il concetto di biodiversità; l’apprendere quanto è importante, per la biodiversità, costruire nidi artificiali per le specie ornitologiche autoctone; l’imparare a conoscere e apprezzare gli uccelli e il loro ruolo nell’ecosistema. Prima di iniziare l’insegnate ha chiarito i seguenti aspetti fondamentali: Quali specie ornitologiche della regione possono e devono essere aiutate? Quali sono gli accorgimenti più indicati per aiutare queste specie?

Escursioni sul Cosa

Il secondo progetto ha riguardato le escursioni, i ragazzi accompagnati dal professor Marco Cardaci referente del progetto “Fiume Cosa bene comune” hanno effettuato diverse escursioni didattiche lungo il corso del Fiume Cosa.

Il territorio circostante l’alveo del Fiume Cosa offre svariate possibilità di sviluppare molteplici obiettivi didattici, abbinando al movimento in ambiente anche cultura, natura e storia archeologica. Gli alunni guidati dagli insegnati apprendono le caratteristiche dell’ambiente fluviale, della morfologia, della flora e della fauna, e anche dell’educazione ambientale, ecologia, geografia, storica. Altri importanti obiettivi sono lo sviluppo della socializzazione, il rinforzo dell’autostima e della stima verso gli altri, il riconoscimento e il rispetto dei ruoli. Sono state formulate proposte didattiche coerenti con il programma di matematica e scienze svolto nelle classi prime.

Un commento

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...