Sfuma il sogno di Hillary prima donna presidente degli USA 

Donald Trump è il 45esimo presidente degli Stati Uniti. Un risultato che in molti non si aspettavano, persino in America. Una vera e propria sorpresa, quella della sua elezione. Ha battuto la super favorita Hillary Clinton, che già si sognava la poltrona lussuosissima della Casa Bianca, che ebbrezza, che gioia essere la prima a farlo, pensava. E invece il mondo e gli USA dovranno attendere ancora prima di vedere una donna presidente degli States, perché, come già detto, a vincere è stato Trump. 


Non solo il miliardario newyorkese ha vinto a sorpresa, ma ha anche raggiunto il record del presidente più anziano eletto, 70 anni, superando il precedente primato detenuto da Ronald Reagan (che sarebbe comunque stato eguagliato dalla Clinton, in caso fosse stata eletta); Trump, però, non potrà superare gli altri record più importanti, cioè quello del mandato più lungo (Franklin Roosevelt, alla Casa Bianca per 12 anni, vanterà per sempre questo primato perché al suo tempo un presidente poteva essere eletto quattro volte, come lui) e quello del mandato più breve, magari non l’obiettivo di tutti i primi cittadini degli States, ma comunque un primato grazie a cui si potrebbe diventare più famosi (anche qui Trump non ha possibilità di vittoria, siccome Henry William Harrison fu presidente per un mese).


Ma chi se ne importa dei record, Trump ne ha già uno, ma soprattutto è presidente dello Stato più potente del mondo. Ha anche stravinto: 279 grandi elettori contro i 228 della Clinton, e in più la vittoria negli Stati più importanti (eccetto la California, da sempre democratica) come il Texas, il Michigan e la Florida.Passando però all’aspetto politico, Donald Trump non ha mai intrapreso una vera e propria carriera politica: lo è diventato proprio per le scorse elezioni, prima invece era noto come personaggio televisivo e, soprattutto, come uno degli uomini più ricchi dell’America. E’ chiaro che alcuni non possono essere contenti della sua elezione, vista la sua poca esperienza politica. Al contrario, Hillary Clinton, la prima donna a candidarsi a presidente, ma non la prima a diventarlo, è stata Segretaria di Stato per quattro anni fino a lasciare il posto a John Kerry, che svolge ancora il suo ruolo; è stata per otto anni senatrice per lo stato di New York, ma soprattutto è stata la First Lady dal 1993 al 2001, in quanto moglie del presidente Bill Clinton. Questi dati davano senza dubbio la Clinton come favorita. In effetti ad aver raccolto più voti è stata la moglie dell’ex presidente, ma le leggi americane dicono che vince chi raccoglie più grandi elettori negli Stati più importanti, quindi a vincere è stato il miliardario.

Pietro Sordi

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...