Stop alla violenza contro le donne

Una giornata dedicata a tutte quelle donne violate, picchiate, uccise. Una giornata per riflettere sulla violenza contro le donne e per non dimenticare.


Non dimenticare che dall’inizio dell’anno sono oltre 100 le vittime della violenza inarrestabile che non cede il passo. Compito di ognuno di noi non permettere più che questo accada.

Oggi si celebra la Giornata internazionale contro la violenza sulle donne e  i ragazzi della Scuola Secondaria di Primo grafo Nicola Ricciotti per questa ricorrenza hanno realizzato un quadro, esposto nel negozio di abbigliamento Carla sul Corso Della Repubblica.
Con l’aiuto delle  professoresse di Immagine Clara Ferrante dei ragazzi delle terze sono riusciti a creare quest’opera.


La Giornata internazionale della violenza sulle le donne è una ricorrenza istituita dall’ Assemblea generale delle nazioni Unite, tramite la risoluzione numero 54/134 del 17 dicembre 1999 . L’Assemblea generale delle Nazioni Unite ha deciso come data di ricorrenza il 25 Novembre e ha invitato i governi, le organizzazioni internazionali e le ONG a organizzare attività volte a sensibilizzare l’opinione pubblica in quel giorno. Questa data è stata scelta per non far dimenticare la “ribellione” delle sorelle Mirabal.
Le sorelle hanno contrastato il regime di Raffael Leonida Trujillo. Mentre le tre andavano a trovare con la loro macchina i mariti in prigione, sono state portate, dagli agenti del servizio militare, in un posto scuro e sono state assassinate e strangolate per poi essere gettate in un precipizio con la loro macchina, per far sì che sembrasse un incidente.

Giorgia Capolino

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...