Grande risultato per la squadra olimpica: qualificati per le semifinali

“Andiamo a Larino, Beppe, andiamo a Larino!”

Nell’articolo in cui si parlava delle Olimpiadi della Grammatica a cui la nostra scuola ha partecipato, ci siamo lasciati in questo modo, con una citazione del grande Caressa in quel di Dortmund, in quel 4 luglio 2006: in quel caso il telecronista aveva reagito così al gol del 2-0 di Del Piero (fino al 2014 il gol più tardivo dei mondiali, superato dall’algerino Djabou) contro la Germania alla semifinale del mondiale tedesco del 2006. Noi abbiamo storpiato la frase alludendo a una reazione simile se la squadra dei grammatici della nostra scuola si fosse qualificata per le semifinali, prenotando dunque un viaggio a Larino, Molise, luogo in cui si terranno le due prove finali. Abbiamo alluso a una reazione del genere sperando che si concretizzasse il sogno. Oggi si è concretizzato.

20 scuole su 72 sarebbero andate a Larino, quindi i nostri avevano meno di un terzo delle possibilità di qualificarsi. Giovedì scorso si sono svolte proprio le qualificazioni, online. La professoressa Loreto, che ha assistito alla performance dei cinque ragazzi selezionati, ovvero Riccardo Scaccia (il caposquadra), Pietro Sordi, Vincenzo Zoino, Giovanni Frongia e Ginevra Sordi, era molto soddisfatta: a prima vista il test sembrava “pulito”, senza errori, a parte un “Ho il cuore a pezzi” che ha tormentato i ragazzi per tutta la settimana: indecisi se scegliere metafora o iperbole (in quell’esercizio bisognava determinare quale figura retorica contenesse l’espressione scritta sul link), alla fine è prevalsa la democrazia. Infatti erano in tre per l’iperbole e solo in due per la metafora, quindi si è optato per la prima scelta. Senonché, una volta giunti in Aula Leopardi dalla prof Vitaliani, quest’ultima ha rivelato che, a suo parere, “Ho il cuore a pezzi” si trattava di una metafora. Per il resto, però, c’è stata grande soddisfazione per la prova. E c’era anche grande speranza.

I risultati si sarebbero saputi a undici giorni dalla prova di qualificazione, il 2o marzo. Ma, evidentemente, la commissione molisana si è impegnata, ha corretto i settantadue test e ha pubblicato i risultati sul sito, o meglio i soli qualificati, per le scuole elementari, medie e licei. Ecco le scuole medie classificatesi:

Istituto Comprensivo Statale “Angelo Roncalli” (Rosà, provincia di Vicenza)

Scuola Secondaria di Primo Grado Giovanni Bovio (Foggia)

Istituto Comprensivo “Don Milani” (Caltanissetta)

Istituto Comprensivo “Nino Martoglio” (Belpasso, provincia di Catania)

Istituto Comprensivo Aldo Moro (Stornarella, provincia di Foggia)

Istituto Comprensivo Vanvitelli (Caserta)

Scuola Secondaria di I Grado Bernacchia-Brigida (Termoli, provincia di Campobasso)

Istituto Comprensivo Statale “Porcu-Satta” (Quartu Sant’Elena, provincia di Cagliari)

Scuola Sec. di I Grado “L. Capuano” (Baselice, provincia di Benevento)

Istituto Comprensivo Viale Vega (Roma)

Istituto Comprensivo Statale-Carapelle (Carapelle, provincia di Foggia)

Istituto Comprensivo “Da Vinci Ungaretti” (Fermo)

Scuola Sec. di I Grado “Bonito-Cosenza” (Castellammare di Stabia, provincia di Napoli)

Istituto Comprensivo “Domenico Savio” (Potenza)

Istituto Comprensivo Fogazzaro (Trissino, provincia di Vicenza)

Istituto Comprensivo “Foscolo-Gabelli” (Foggia)

Istituto Comprensivo “Natale Prampolini” (Borgo Pogdora, provincia di Latina)

ISTITUTO COMPRENSIVO FR3 (Frosinone)

Scuola Sec. di I Grado Martiri della Libertà (Roncade, provincia di Treviso)

Istituto Comprensivo Montaquila (Montaquila, provincia di Isernia)

Istituto Comprensivo Polo2 Taurisano (Taurisano, provincia di Lecce)

Istituto Comprensivo Aradeo (Aradeo, provincia di Lecce)

Come avete potuto ammirare (i punteggi e la classifica devono ancora esser resi noti, forse il 20 marzo stesso), gli olimpici ce l’hanno fatta!

Analizzando i dati, si scopre che il nostro istituto è uno dei tre comprensivi laziali a essersi classificati. Sempre controllando le statistiche, grandissimo risultato per la Puglia e per il Salento: grazie alla qualificazione di quattro scuole del foggiano e due del leccese, la regione a forma di tacco del nostro stivale è la più rappresentata. Chapeau.

Rimane comunque il grande traguardo raggiunto dai ragazzi, che a questo punto soggiorneranno in Molise dal 21 al 22 aprile: nel primo giorno si terranno le semifinali e in quello successivo le prime tre squadre classificate si sfideranno nella finalissima. Non una formalità vincere, anzi. Ma c’è talmente tanto entusiasmo per la qualificazione che adesso pensare al trionfo non è proibitivo. I ragazzi avranno comunque modo di ripassare nel mini-van che verrà guidato dalla professoressa Loreto (a detta di tutti, un’ottima guidatrice!), anche lei speranzosa. E non c’è dubbio che, comunque vada, ai ragazzi quest’esperienza rimarrà nella mente, per sempre.

“Andiamo a Larino, Beppe, andiamo a Larino!” (Così ci siamo salutati, così ci siamo ritrovati, così ci risalutiamo.)

Pietro Sordi

 

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...