La scuola ricorda le vittime innocenti della mafia con l’associazione Libera

Per non dimenticare. Libera ci ricorda le vittime innocenti della mafia. E la nostra scuola non dimentica nulla.

Il 21 marzo Libera con la sua 22° edizione tocca i cuori di tutti. Le classi terze così si sono riunite in silenzio, nell’atrio dell’Istituto Comprensivo Frosinone 3  per commemorare le vittime. Il progetto è stato organizzato dalla professoressa Emanuela Di Giacomo e la professoressa Clara Ferrante, ed è stato celebrato con la lettura dei nomi scritti su lungo telo  rosso, rosso come il sangue che hanno versato le 900 vittime innocenti. Giornalisti, magistrati, commercianti, poliziotti ma anche bambini tra le vittime di un male che la nostra terra non riesce ancora a debellare.

Una giornata per non dimenticare. Lo scorso anno nella nostra scuola abbiamo avuto il privilegio di ascoltare un fatto realmente accaduto dalla viva voce di una delle protagoniste, Margherita Asta. La mamma e i fratelli gemelli di appena 6 anni, i cui corpi sono stati dilanianti dall’esplosione di una autobomba carica di tritolo.

Ecco cosa fa la mafia: elimina persone innocenti.

Così dopo la lettura dei nomi, sono stati fatti volare tre palloncini con i colori della bandiera e con questi i fogli con i nomi delle vittime. Un piccolo gesto simbolico con cui si è conclusa la commemorazione.

Benedetta Corsini

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...