Gli spazi verdi impercorribili della scuola, ripristinarli sarebbe un, piccolo, passo contro l’inquinamento

La scuola Nicola Ricciotti, non avendo una forma regolare, offre al suo interno alcuni spazi verdi. Purtroppo quest’ultimi, non  tenuti dall’Amministrazione Comunale, si presentano in condizioni misere e avvolti dall’incuria.
Lo spazio verde meglio tenuto è quello che si affaccia dal lato di Via Fosse Ardeatine: non presenta erbacce, gli alberi sono folti ma ben potati, a eccezione di un ciliegio sempre…spoglio.
Un ulteriore spazio verde, il più grande, divide in due la scuola. Presenta al centro due tigli, ad occhio non più vecchi di quarant’anni: questo tipo di albero è importantissimo per la “lotta” all’inquinamento (tema abbastanza importante per la nostra città, seconda solo a Torino nella classifica delle città più inquinate), dato che sono in grado di produrre enormi quantità di ossigeno all’anno, aspirando altrettante quantità di anidride carbonica. Purtroppo, se non curati, sono molto invasivi: i rami dei “nostri” alberi stanno quasi per toccare terra e alla base del fusto sono cresciuti spuntoni: questo fattore è comune a tutti i tigli e, anche se tagliate l’albero radendolo totalmente al suolo, continueranno a crescere, segno che l’albero è ancora vivo. Tornando al nostro giardino, attorno agli alberi dell’ortica è cresciuta a menadito. Bisorrebbe far notare al Comune che in questo giardinetto defluiscono le scale d’emergenza della scuola: i ragazzi non saranno contentissimi nel caso in cui, dopo una vera emergenza, si ritrovassero in un campo di ortiche. Almeno, però, l’eccessiva vegetazione rende invisibile il rudere ricoperto di edera che si erige alla fine.
Un altro giardinetto, più piccolo e scosceso, presenta alcuni cespuglietti, erbaccia spelacchiata e resti di tubi scuri provenienti da chissà dove. Un ulteriore giardinetto si presenta tra l’ala del laboratorio d’informatica e la palestra. Per lo meno questo ha un aspetto grazioso, con alberi che in primavera fanno sbocciare fiori meravigliosi e l’erba è ben tagliata.

Giacomo Sordi

Silviana Rossi Ieranò

Francesca Cortina

 

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...